Altri sei mesi insieme, un’Amministrazione a lavoro per migliorare l’accoglienza turistica.

In quest’anno di attività amministrativa e di gestione del settore turistico per il Comune di Caposele, ciò che ha guidato le nostre scelte sono stati atti estremamente difficili e sopratutto segnati da una sostanziare necessità di modificare abitudini ormai consolidate che vanno esattamente nella direzione opposta a quello che il turismo chiede.

Caposele e Materdomini hanno bisogno, per puntare a migliorare al propria condizione, di tutto quello che questa Amministrazione Comunale sta facendo: condivisione, regole, ordine, servizi e promozione.

Nella mia vita professionale e, da un anno a questa parte, politica, ho sempre pensato che le località turistiche debbano imparare a capire che tutto si può fare, ma programmando gli interventi per costruire le strade da percorrere con progettualità, nel tempo, con obiettivi chiari.
Per fare turismo in maniera professionale e per fare il salto di qualità rimaniamo convinti che ci sia bisogno di programmare e investire attraverso delle progettualità volte a reperire fondi straordinari: con i soli fondi comunali rimaniamo dove siamo.

In tal senso le idee che abbiamo messo in campo e i progetti presentati sono chiari e hanno previsto già una serie di interventi che hanno portato a dei risultati molto visibili agli occhi di tutti: piano traffico a Caposele e Materdomini, volti a migliorare la vivibilità di cittadini e turisti, bonifiche importanti sul piano ambientale con interventi volti a rimuovere l’amianto in più punti del Comune, volte a tutelare la salute di cittadini e visitatori, ordinanza su via Santuario, volta a migliorare la fruibilità di quel tratto di strada da parte di disabili, persone anziane, dei migliaia di pellegrini, assunzione di due vigili urbani che supporteranno la gestione del flusso turistico di settembre ottobre, molte attività volte a migliorare e sostenere il decoro urbano e tanto altro.
Un lavoro corale e di squadra che va in un’unica direzione: migliorare l’accoglienza per invogliare a ritornare, consolidando e aumentando le presenze.

Per questo, questa Amministrazione ha già presentato, su misure relative a fondi europei e attraverso il Gal “I Sentieri del Buon Vivere”, progetti relativi alla realizzazione della nuova cartellonista turistica, in italiano e in inglese, che sostituirà quella presente, obsoleta, poco accattivante e chiara.

Ristruttureremo il Museo delle Acque grazie ad un finanziamento ricevuto in partnership con il Comune di Lioni di circa 200.000 euro, fattore che ci permetterà di rilanciare la struttura, regolamentarla e candidarla a Museo di interesse Regionale per arrivare ad altri finanziamenti regionali.

Il nuovo sistema Wi-Fi è pronto e partirà a brevissimo, in questo senso i 15.000 euro della Commissione Europea ci hanno dato la possibilità di realizzare un sistema efficiente, stabile e, sopratutto a norma di legge, per tutti.

Stiamo migliorando l’aspetto di molte aree del Comune grazie all’arte di strada, i murales stanno rendendo più suggestivi angoli degradati e costruendo nuovi circuiti.
Ad agosto ne realizzeremo un altro.

Siamo in attesa della valutazione della candidatura della Quadriglia a Patrimonio Culturale Immateriale della Regione Campania, altro fattore che darà slancio a una delle nostre caratteristiche principali.

Siamo diventati finalmente Comune Capofila di un progetto POC (bando degli eventi della Regione Campania), con Laviano e Valva, e faremo esperienza su un bando importante che ogni anno elargisce contributo ingenti per gli eventi: quest’anno di 50.000 euro.

Abbiamo supportato l’iniziativa Jazz & Wine, candidando l’iniziativa e richiedendo circa 10.000 euro su una misura relativa al Piano della Cultura 2019 della Regione, puntando decisamente su un’area che ha bisogno di tutela e rilancio, anche attraverso iniziative private che ne esaltino le caratteristiche.

Sono partite attività di formazione per Guida Escursionista, a settembre con il programma Benessere Giovani avremo il corso di Marketing Turistico e Fotografia Digitale per il turismo.

Abbiamo migliorato la gestione delle visite al Sistema Museale grazie al supporto di due risorse umane inserire con un progetto di Servizio Civile della ProLoco: risorse preziose e di qualità che stanno contribuendo ad accogliere meglio i visitatori delle nostre sorgenti e dei nostri musei.

Sono pronte anche le attività legate alla promozione: presto andremo sul digitale con nuovi canali di promozione turistica su Facebook e Instagram, anche grazie al materiale fotografico realizzato a marzo con le attività di Invasioni Irpine: potremo finalmente partire anche su quest’azione.

In ultimo, sfida già vinta, l’apertura del Centro Fieristico di Materdomini: in un’anno e con fatica, il Centro è stato aperto ed inaugurato, programmando all’interno già una serie di attività tra cui due mostre, un torneo degli scacchi, un campo scout e una Fiera del Gusto a ottobre, tutto nel 2019.
Qui misureremo le nostre capacità, come comunità, di sfruttare al meglio questa struttura facendola diventare punto di riferimento di tutta una Valle e di un territorio.

Ma la vera sfida sono il miglioramento dei servizi, in collaborazione con i privati, per la creazione di un sistema di tour che possa permettere ai giovani di costruirsi una professione, ed è a questa sfida che stiamo pensando quotidianamente e dove arriveremo.
Con la nuova cartellonistica, il nuovo Museo, il Centro Fieristico, la riscoperta di nuove aree e la formazione è immaginabile la realizzazione di un sistema di tour privato con i giovani.
C’è da lavorare ancora e dobbiamo continuare, ma Caposele si sta incamminando bene e velocemente verso la strada giusta direzione.